Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica della Filosofia

Insegnare filosofia

Modelli di insegnamento, programmazione, azione didattica, metodi, contenuti, strumenti, uso del testo

Dalla programmazione all'azione didattica

La programmazione rappresenta la traduzione dei programmi, o delle Indicazioni nazionali, nella concreta prassi didattica. Essa conosce diversi passaggi, che coinvolgono le scelte dei singoli istituti (il POF, Piano dell’Offerta Formativa), quella dei dipartimenti disciplinari al loro interno e infine quelle dei singoli insegnanti, nell’ambito della libertà di insegnamento. Nei decenni passati sono stati proposti diversi modelli di programmazione, ai quali far riferimento per la definizione della didattica concreta, da quello cognitivistico, a quello per obiettivi, a quello costruttivistico, e così via. In ogni caso, la programmazione del singolo istituto deve tener conto della specificità territoriale e quella del singolo docente della conoscenza di ogni classe e dei singoli studenti. In questo orizzonte dovranno essere definiti, nella programmazione, finalità, obiettivi, contenuti e metodi dell’insegnamento. Il raggiungimento degli obiettivi dovrà essere monitorato mediante adeguati strumenti di verifica e di valutazione.


  • La funzione della programmazione

    La programmazione come momento strutturale dell’azione didattica è, nella scuola secondaria, una prassi piuttosto recente. L’esigenza della programmazione è ancora più rilevante se si riconosce il ruolo formativo della filosofia e ci si propone il raggiungimento, da parte degli alunni, non solo di conoscenze, ma di competenze e di abilità.
    leggi tutto

  • I modelli e i momenti della programmazione

    L’insegnamento non deve basarsi solo sulle  caratteristiche della materia, che conservano la loro importanza ma non rappresentano più l’unico criterio della programmazione, ma anche e soprattutto su quelle dei singoli alunni.
    leggi tutto

  • Conoscere la classe e conoscere gli studenti

    Ogni programmazione deve essere preceduta da una adeguata conoscenza della situazione iniziale, per verificare la presenza di prerequisiti in mancanza dei quali l’apprendimento della filosofia rischierebbe di risultare meccanico, vanificando una vera formazione filosofica.
    leggi tutto

  • FinalitÓ e obiettivi

    Cosa significa programmare in filosofia?
    Si tratta di fissare, anno per anno e classe per classe, un progetto-di-lavoro, organico e coerente, articolato, ma selettivo e selezionato in relazione a un obiettivo posto  per ragioni diverse, anche contingenti, come fondamentale e unitario.
    leggi tutto

  • L'articolazione didattica

    Un buona programmazione si articola all’interno di due polarità, distinte e complementari: da un lato la struttura logica della disciplina, dall’altra le caratteristiche logiche e psicologiche dei processi di apprendimento.
    leggi tutto

  • Dal programma ai percorsi

    Uno dei meriti riconosciuti ai “programmi Brocca” è quello di conciliare storia della filosofia e filosofia, in una sintesi in cui il secondo approccio dà un senso nuovo al primo.
    leggi tutto

  • La verifica e la valutazione

    La verifica è forse il momento centrale dell’intera programmazione, piuttosto che quello conclusivo, poiché obiettivi e finalità sono formulati correttamente se sono suscettibili di verifica, cioè se possiamo dire in ogni momento di quanto gli alunni si sono avvicinati a quanto programmato.
    leggi tutto