Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica della Filosofia

Insegnare filosofia

Modelli di insegnamento, programmazione, azione didattica, metodi, contenuti, strumenti, uso del testo

Didattica breve e diversificata

La didattica breve è un particolare approccio ai contenuti disciplinari che mira a individuare i nuclei fondanti di un determinato ambito del sapere per concentrare su di essi l’attenzione, riducendo drasticamente la mole delle nozioni necessarie per raggiungere una formazione adeguata. Ciò comporta la parallela riduzione del tempo dedicato alla trasmissione delle conoscenze mediante la tradizionale lezione. In questo modo sarà possibile liberare tempo e risorse da dedicare al coinvolgimento attivo degli studenti e all’insegnamento individualizzato. La lezione frontale, infatti, quando assorbe la maggior parte del tempo-scuola, produce due conseguenze negative: uniforma l’insegnamento, indipendentemente dai diversi livelli e dalle diverse capacità dei singoli studenti; favorisce un apprendimento passivo, basato sull’ascolto e sul prendere appunti. Riducendo il tempo dedicato alle lezioni, diventa possibile introdurre una didattica differenziata, in cui ad esse si affianca la ricerca di gruppo e l’apprendimento differenziato mediante l’uso di materiali strutturati. Tale individualizzazione dell’insegnamento non è orientata soltanto né soprattutto all’eventuale recupero di lacune, ma alla valorizzazione dei diversi approcci cognitivi (teoria delle intelligenze multiple).


  • La didattica breve

    La didattica breve è intesa come «il complesso di tutte le metodologie che, agli obiettivi della didattica tradizionale (rispetto del rigore scientifico e dei contenuti delle varie discipline), aggiunge anche quello della drastica riduzione del tempo necessario al loro insegnamento e al loro apprendimento».
    leggi tutto

  • Le finalità

    Sarebbe tuttavia riduttivo assegnare alla didattica breve la sola finalità del risparmio di tempo. Essa presenta infatti una serie di implicazioni di un certo interesse.
    leggi tutto

  • Il recupero transdisciplinare

    Il problema del recupero è, o dovrebbe essere, strettamente connesso a quello della programmazione. La funzione della verifica consiste proprio nel controllo dell’apprendimento secondo gli obiettivi prefissati, intervenendo in caso contrario o sul programma previsto o sugli studenti che mostrano carenze, con un’azione, appunto, di recupero.
    leggi tutto

  • Dalla didattica del recupero all’insegnamento individualizzato

    Nei casi più diffusi, quando il recupero transdisciplinare non è richiesto o non è realizzabile, il problema del recupero può essere saldato con una esigenza più generale. Il limite maggiore della scuola, in particolare di quella superiore, così come è organizzata, non è probabilmente l’uso di un metodo di insegnamento tradizionale, ma l’uso di un solo metodo per tutti gli alunni.
    leggi tutto