Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica della Filosofia

Insegnare filosofia

Modelli di insegnamento, programmazione, azione didattica, metodi, contenuti, strumenti, uso del testo

Metodi e contenuti

Nell’insegnamento della filosofia in Italia, si sono affermati due diversi metodi: quello storico, sostenuto nei programmi ufficiali dal 1923 (riforma Gentile) ad oggi, e quello per problemi, che pone al centro non i singoli pensatori nella loro successione cronologica, ma problemi analizzati nella formulazione dei principali filosofi che se ne sono occupati, indipendentemente dall’epoca in cui sono vissuti.
Una interessante variante del metodo per problemi è quello zetetico (investigativo), termine proposto da Kant quando sottolinea che non bisogna insegnare la filosofia, ma a filosofare. Esso pone la filosofia in rapporto ai problemi attuali ed esistenziali dell’esperienza degli studenti, presentandola come un approccio per capire meglio la propria realtà.
Ognuno di questi metodi mette in luce aspetti diversi della filosofia e per ognuno vengono individuati nel capitolo gli aspetti positivi e i limiti.
I Programmi Brocca, proposti negli anni ’90, tentano una sintesi originale dei diversi approcci, dando spazio a una trattazione di temi che non prescinde dalla loro collocazione storica e al tempo stesso sono orientati a dare risposte al vissuto degli alunni.
Dalla riflessione sui diversi metodi derivano alcuni approcci didattici, quali i percorsi e le unità didattiche, modalità di organizzazione dei contenuti orientati alla formazione di competenze che possono essere favorite dallo studio della filosofia.


  • I metodi di riferimento

    Quando si parla di metodi per l’insegnamento della filosofia viene subito in mente la distinzione principale tra metodo storico e metodo per problemi, anche perché negli scorsi decenni si è sviluppata intorno a queste due diverse prospettive un’accesa polemica...
    leggi tutto

  • L'analisi per problemi

    Secondo l’approccio per problemi, mutuato dalla filosofia analitica, occorre mettere tra parentesi la storia della disciplina e lavorare invece sugli sviluppi tematici che presenta.
    leggi tutto

  • La mediazione dei ôProgrammi Broccaö: il metodo storico-problematico

    Secondo Massaro, «superando tutte le discussioni su cui s’era attardato stancamente il dibattito in Italia, metodo storico o problematico, il testo dei nuovi programmi propone un interessante approccio “storico-critico-problematico”, che individua i “nodi” fondamentali della tradizione filosofica, li inserisce nell’alveo temporale proprio, e propone di affrontarli a partire dalla lettura delle pagine dei filosofi»
    leggi tutto

  • Percorsi e unitÓ didattiche

    Lavorare per unità didattiche consente pertanto di suddividere la programmazione complessiva in scansioni temporali e in segmenti di contenuto che possono essere più facilmente controllabili rispetto all’intero programma.
    leggi tutto