Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica della Filosofia

Insegnare filosofia

Modelli di insegnamento, programmazione, azione didattica, metodi, contenuti, strumenti, uso del testo

Dibattiti e discussioni organizzate: come prepararli, come condurli, come utilizzarli per la rielaborazione personale.

Dibattiti e discussioni organizzate: come prepararli, come condurli, come utilizzarli per la rielaborazione personale.

L’importanza didattica del dialogo

Il dialogo è, da Socrate in poi, una delle principali vie per imparare a filosofare. La sua valenza didattica è spesso trascurata, ma quando, per scelta dell’insegnante o per l’interesse della classe, la lezione perde il carattere di monologo e diventa un colloquio con gli alunni, si percepiscono immediatamente i risultati positivi, sia in termini di coinvolgimento che di impegno personale.

Insegnare a dibattere

Anche i dibattiti improvvisati o spontanei sono importanti. Tuttavia è opportuno insegnare a dibattere, costruendo esperienze nelle quali i diversi passaggi risultino evidenti agli alunni anche sul piano del metodo e non solo relativamente ai contenuti. Come per le analisi del testo o per le composizioni scritte, lo scopo dell’insegnamento consiste nel passare dall’espressione spontanea alla costruzione di abilità specifiche mediante attività strutturate. Non è indispensabile che tali esperienze siano frequenti. È invece importante che siano ben organizzate e che risulti chiaro agli alunni il metodo usato, in modo che possa essere interiorizzato e applicato ad altri contesti.

Il dibattito organizzato

Il dibattito organizzato può diventare un importante momento della didattica, capace di motivare gli studenti e di stimolare una elevata partecipazione. È opportuno che gli argomenti emergano dal programma e siano suggeriti dagli studenti e al tempo stesso che consentano una attualizzazione del materiale di studio.

Un esempio

Un interessante esempio di dibattito organizzato è descritto da Andrea Porcarelli in un lungo articolo dal titolo: Una disputatio per i licei. Si tratta di una forma di dibattito mutuata dalla tradizione della Scolastica medievale, ovviamente rielaborata, che è finalizzata all’apprendimento, da parte degli studenti coinvolti, di un metodo di analisi e di discussione dei problemi. Il carattere filosofico non è determinato dall’argomento, che viene tratto dall’attualità, ma dal modo di affrontarlo. Ed è appunto l’apprendimento di un metodo e di una prospettiva filosofica la finalità principale di questa e delle altre attività proposte nel capitolo.

> Fare filosofia: una dispuatio per i licei

>> vai alla sezione successiva

I vostri commenti

  • Nessun commento presente

Inserisci il tuo commento

Inserisci una risposta