Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Didattica della Filosofia

Insegnare filosofia

Modelli di insegnamento, programmazione, azione didattica, metodi, contenuti, strumenti, uso del testo

Filosofia in internet

Filosofia in internet

Il ritardo dell’Italia

Molti di coloro che leggono queste pagine avranno visto ed usato in classe i materiali descritti sopra. Meno numerosi sono, forse, gli insegnanti che usano abitualmente Internet, ricercandovi materiale interessante per la propria formazione o per l’insegnamento. Nonostante i pionieristici articoli di Luciano Floridi sulla rivista «Informazione filosofica» e la sua guida all’informatica per filosofi (1) che contiene molti capitoli dedicati a questo tema, stenta ancora a definirsi un uso didattico della telematica. Il dibattito sull’impiego dell’informatica nella didattica della filosofia è andato sviluppandosi attraverso i due convegni specifici di Roma (2) e di Perugia (3), ma solo negli ultimi anni sta penetrando nella pratica didattica. Eppure ormai l’interesse verso Internet è elevato e l’uso della rete è diffuso e coinvolge la maggior parte delle scuole. In positivo e in negativo, la rivoluzione telematica è destinata sempre più a influenzare la didattica e forse, come suggerisce Calvani,(4) il modo stesso di intendere la scuola.
Prima di esplorare le possibilità di un uso didattico di Internet, o di tentare riflessioni sulle conseguenze che potrebbe avere sul modo di fare scuola e sulla stessa formazione intellettuale degli alunni, è forse opportuno proporre una breve esplorazione della rete, per avere esempi e materiale sui quali fondare le riflessioni successive.

La grande rete

Dato che questo non è un libro tecnico sull’uso di Internet (5), limitiamo il nostro approccio prevalentemente alla parte più semplice, che è anche la più usata, soprattutto dai non specialisti, della rete: il World Wide Web (o WWW, la “ragnatela mondiale”). Come è noto, il WWW si presenta come un insieme di pagine - che possono includere, oltre ai testi, immagini, suoni e filmati - collegate attraverso links: in ogni pagina troviamo parole o frasi evidenziate (in genere sottolineate e in colore blu) “clickando” sulle quali ci colleghiamo a un altro sito, dove troviamo documenti relativi all’argomento.

I motori di ricerca

Per muoversi tra la grandissima quantità di pagine (i siti Internet si avvicinano al miliardo e ognuno conta decine di pagine) presenti nel WWW e ricercarvi gli argomenti che ci interessano, sono presenti motori di ricerca: in una apposita casella inseriamo la stringa da cercare e dopo pochi istanti compare a video l’elenco dei siti che contengono l’espressione indicata. Il motore di ricerca che si è imposto come il punto di riferimento è Google(6). Non impostate però una ricerca con termini generici come “philosophy”: con Google abbiamo ottenuto 359 milioni di occorrenze.

Portali di filosofia

Questi strumenti sono utili per ricerche specifiche, ma per avere una visione d’insieme delle risorse filosofiche esistono Web dedicati (portali), curati in genere da ricercatori o docenti universitari, che si presentano come vere e proprie guide per individuare i siti più interessanti. Non è possibile proporne neppure il semplice elenco perché sono molto numerosi, anche se per la maggior parte in lingua inglese. Tra i tanti siti, abbiamo scelto quello a scopo esemplificativo quello della Associazione Americana di Filosofia (APA, The American Philosophical Association)(7)  perché è aggiornato regolarmente, caratteristica fondamentale in Internet, e perché tutti i links sono commentati, circostanza che consente di averne un’idea generale e di scegliere quelli più interessanti.
La pagina è suddivisa in numerose sezioni, elencate nell’indice laterale. Tra le altre voci, troviamo “Guides to Philosophy” che riporta l’elenco di altri siti che elencano a loro volta risorse disponibili in Internet, analizzate e commentate. Nella sezione “Conferences & Call for Papers” abbiamo la panoramica dei principali convegni e congressi a livello mondiale, con le richieste di contributi per i vari interventi: sono informazioni specialistiche, che non interessano direttamente né noi né i nostri studenti, ma che possono servire per conoscere quali sono gli argomenti filosofici di maggiore attualità, quelli più discussi. Troviamo poi riviste filosofiche (Journals), con l’indicazione di decine di siti che presentano sempre l’indice dell’ultimo numero e spesso anche alcuni articoli consultabili. Anche in questo caso per i nostri studenti si tratterà più di curiosare che di leggere, ma potranno farsi un’idea del dibattito mondiale. Tra le numerose voci, ognuna delle quali propone una rassegna delle risorse presenti in Internet (Associations & Societies, Bibliographies, Centers & Institutes, Electronic Texts…) di interesse specialistico, ce ne sono alcune che risultano interessanti anche per l’insegnamento liceale. In particolare, la sezione “Software” indicizza siti che propongono programmi di filosofia, in genere interattivi, a volte in forma di gioco. Si tratta di programmi di logica, oppure di quiz filosofici, o di tests che, in base alla scelta tra alcune citazioni di filosofi famosi su problemi importanti, ci forniscono un “profilo degli orientamenti filosofici”.

Le enciclopedie

Per ricerche e approfondimenti su singoli filosofi, il sito di riferimento è quello della IEP, Internet Encyclopedia of Philosophy(8). Possiamo inserire il nome del filosofo che ci interessa in una casella di ricerca, oppure “navigare” mediante elenchi per lettera. Ogni voce è una piccola monografia, completa di una bibliografia conclusiva.
Anche le risorse in italiano dedicate alla filosofia sono ormai numerose, ad iniziare dalla enciclopedia per eccellenza, Wikipedia, un esempio di dimensione planetaria di sapere collaborativo. Lanciata nel gennaio del 2001 da Jimmy Wales e Larry Sanger, ha assunto dimensioni imponenti grazie alla possibilità per chiunque di contribuire direttamente alle voci dell’opera, sotto la supervisione di un piccolo gruppo di redattori. Nel marzo del 2012 la versione italiana di Wikipedia ha superato le 900.000 voci, mentre quella in inglese ha ormai superato i 4 milioni di articoli. In questo contesto, le singole voci sono state ordinate per materia, mediante “portali” che raccolgono in modo sistematico i contenuti. Quello per la filosofia, nella versione italiana (9),  presenta un indice delle risorse, ordinato sia per filosofi e per scuole, sia per ambiti tematici, consentendo una ricerca più mirata di quella che comunque possiamo fare mediante l’apposita casella all’interno di tutti i materiali dell’enciclopedia. Le pagine dedicate ai singoli filosofi o ai singoli temi sono molto ampie e comprendono anche sitografie, cioè riferimenti a siti Internet che approfondiscono i diversi argomenti, consentendo così di iniziare una ricerca che porta all’esplorazione di molte altre risorse. Nel portale troviamo anche una Lista dei siti Web dedicati alla filosofia (10), in continuo aggiornamento e nella quale chiunque può aggiungere quelli che conosce e che frequenta.

Siti per la didattica della filosofia

L’esistenza di questo indice delle risorse in continua espansione rende superflua l’indicazione dei siti di interesse filosofico, che potranno facilmente essere individuati lì. Accenniamo soltanto ad alcuni particolarmente interessanti sul piano professionale e didattico per gli insegnanti di filosofia.
Il sito più noto e maggiormente ricco di materiali didattici è Il Giardino dei pensieri (11), diretto da Mario Trombino e attivo dal 1997. Il sito mette a disposizione articoli e saggi di didattica, opere filosofiche commentate, scritti sulla storia della filosofia, ecc.
Importante punto professionale di riferimento è il sito della SFI (12) (Società Filosofica Italiana), una associazione che molti tra i lettori probabilmente conoscono e che vanta una lunga e importante attività fatta di convegni e di produzioni scientifiche e didattiche, raccolte nel Bollettino periodico e in numerose altre pubblicazioni.
Dal punto di vista didattico, è particolarmente interessante la rivista telematica, curata da Mario De Pasquale, “Comunicazione filosofica”: quasi tutti i numeri (dal numero 4, del 1998, in poi) sono disponibili in formato PDF e danno da un lato un interessante spaccato del dibattito nell’ultimo quindicennio, dall’altra indicazioni e spunti per riflessioni sul lavoro in aula.

Altre risorse

Altra impresa di grandi dimensioni è il sito della EMSF (13) (Enciclopedia Multimediale di Scienze Filosofiche), un’iniziativa che raccoglie l’eredità dell’omonimo programma Rai non più in onda. Il sito mette a disposizione una parte delle interviste e altro materiale didattico, percorsi tematici, brani antologici e altro.  
Molto materiale audiovisivo interessante può essere trovato in Youtube, il noto sito che raccoglie filmati caricati direttamente  dagli utenti. Per la sua natura non sistematica, qui non esistono risorse indicizzate, ma occorre cercarle con l’apposito motore di ricerca. È opportuno fare delle prove per individuare le stringhe di ricerca più adatte per i nostri fini. Usando semplicemente “filosofia” si ottengono circa 113 mila risultati, una quantità evidentemente ingestibile, anche se già i primi sono significativi. Occorre affinare la ricerca, o usando il “filtro” messo a disposizione dal programma (per selezionare i video “caricati” nell’ultima settimana o nell’ultimo mese, quelli in lingua italiana, quelli classificati in certe categorie, ecc.), oppure rendendo più specifica la stringa di ricerca. Ad esempio, ricercando “filosofia etica” i risultati si riducono a 3500, con “filosofia etica italiano” (“italiano” restringe l’ambito della lingua) diventano circa 140. I materiali trovati non sono tutti corrispondenti alle nostre attese, ma a questo punto è possibile individuare quelli più interessanti scorrendo i titoli e le brevi descrizioni. Possiamo usare anche espressioni relative  ad aree particolari, ad esempio “caffè filosofico” o restringere l’ambito a filosofi specifici, ottenendo così materiali specifici per ricerche e approfondimenti.

Note
(1) L. Floridi, L’estensione dell’intelligenza. Guida all’informatica per filosofi, Armando, Roma 1996.
(2) Convegno “Filosofia e informatica”, Roma, 23-24 novembre 1995, organizzato dalla Società Filosofica Italiana. Gli atti sono pubblicati in Filosofia & informatica, a cura di L. Floridi, Torino, Paravia, 1996.
(3) “L’apporto dell’informatica nell’insegnamento delle discipline filosofiche”, Perugia, 18-20 marzo 1996, giornate di studio organizzate dall’IRRSAE dell’Umbria. Gli atti sono pubblicati in un volume dallo stesso titolo, a cura di E. Lunani, Perugia, Gesp, 1997.
(4) Cfr. A. Calvani, Iperscuola. Tecnologia e futuro dell’educazione, Muzzio, Padova 1994.
(5) Una buona conoscenza delle possibilità della telematica per la ricerca e per lo studio è offerta, oltre che dal già ricordato volume di Floridi, dall’opera di Marco Calvo, Fabio Ciotti, Gino Roncaglia e Marco A. Zela, Internet ‘97. Manuale per l’uso della rete, Roma-Bari, Laterza, 1997. Sono stati pubblicati via via volumi più aggiornati, tutti disponibili gratuitamente nel sito Liber Liber, all’indirizzo: http://www.liberliber.it/online/autori/autori-r/gino-roncaglia/. Il più recente è Internet 2004.
(6) www.google.it. Il motore è localizzato nelle principali lingua, a partire dalla versione principale, in inglese (www.google.com). 
(7) www.apaonline.org. Si veda la sezione “Web Resources”.
(8) www.iep.utm.edu
(9) https://it.wikipedia.org/wiki/Portale:Filosofia
(10) https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:Filosofia/Lista_dei_siti_web
(11) www.ilgiardinodeipensieri.eu/
(12) www.sfi.it/
(13) www.emsf.rai.it/


>> vai alla sezione successiva

I vostri commenti

  • Nessun commento presente

Inserisci il tuo commento

Inserisci una risposta